Incontrare e Scopare

Ecco il mio culo: grosso, sodo e vergine

Quindici anni di matrimonio senza prenderlo mai nel culo. Da non credere! Eppure, eccomi qui. Anna, 44 anni, sposata troppo presto, a 19, ad un marito tanto buono, ingenuo e un po’ troppo bacchettone. Una moglie trasgressiva solo con la fantasia, perché di fatto di trasgressione ce ne sta ben poca nei rapporti di routine che si svolgono nel letto coniugale. Non che non abbia orgasmi a sufficienza, il consorte mi chiava spesso e volentieri, è ben dotato e piuttosto resistente.

Poi, con gli anni, ha imparato il ritmo e riesce a farmi venire ogni volta che scopiamo. Ma sento che qualcosa manca nella mia esperienza di donna vogliosa e passionale, lo capisco anche mentre mi sditalino guardando di nascosto i video porno: mancano pompini e inculate.
Tra queste quattro mura ormai mi pare di scoppiare, ho bisogno di dare sfogo soprattutto alla mia voglia di prendere un bel cazzo duro nel mio culo grosso e sodo.

Dicono che il mio culo e’ uno spettacolo

Certo, mi interessa ogni tipo di incontri a Rimini, più o meno trasgressivi, ma il mio desiderio principale è essere scopata nel culo. Sarebbe per me una cosa completamente nuova, il realizzarsi di un sogno. Il pompino di sfuggita magari capita, e ho assaggiato parecchie sborre nel corso di questi anni; ma il culo no, non ho avuto ancora l’occasione di darlo a nessuno. Vorrei che me lo preparassero con calma: lubrificante, dita curiose, un po’ di dolcezza, prima di sfondarmelo con foga e con passione.

Vorrei che mi venisse la voglia di muovere io le chiappe contro lo stallone che mi monta, per risucchiarlo fino alle palle, con il massimo del piacere e il minimo del dolore. Beh, sì, l’ho immaginato così. E credo che mi serva un inculatore esperto e paziente.
Potrà sembrare incredibile, ma il desiderio di tanti uomini, una bella inculata, non sfiora la mente del mio dolce maritino. Niente! Gli sbatto il culo in faccia, glielo strofino sotto il naso, mi spalanco l’ano con le mani, sperando di suscitare qualche idea… ma niente!

Il mio culo e’ tutto per te

“Adesso girati e sdraiati”, mi dice, e tutto prosegue come sempre, da 25 anni a questa parte. Qualche volta riesco a mettermi io a cavalcioni, così, per condurre un po’ il gioco, e provo a farmi scivolare il cazzo tra le chiappe; ma lui crede che si tratti di uno sbaglio, se lo acchiappa, lo devia, e giù, di nuovo in fica.
All’inizio, nei primi anni di matrimonio, speravo che prima o poi mi avrebbe chiesto anche il culo, ma ormai speranze non ce ne sono più. Mi pento di non averlo concesso, il mio bel culo grosso, all’imbianchino che venne a sistemare casa quando ci trasferimmo. Ero fresca fresca di nozze e non mi andava di tradire subito il maritino.

Certo, mentre il mio lui era al lavoro ho ricevuto parecchie volte le avances dell’operaio, ma mi sono limitata a spompinarlo un pomeriggio che proprio mi annoiavo. A dire tutta la verità, aveva una nerchia così grossa e dura che mi faceva un po’ paura l’idea di prenderla nel culo, essendo la prima volta. Come mi pento adesso! Che se ci penso mi viene l’acquolina… alla fica.

Che aspetti?

Comunque, niente, mio marito nel culo non mi ci infila nemmeno il dito mignolo; dice che quel buco non è fatto per infilare ma per far uscire, e che è “peccato” usarlo per il sesso. Io direi che il peccato vero sta proprio nel non usarlo, invece.

Spero che tra gli uomini che leggono l’annuncio ce ne siano di quelli che provano pietà nel sapere che il mio bel culo grosso è vergine, e che ce ne siano di buona volontà che mi aiutino a diventare davvero una moglie trasgressiva. Ho sentito dire che per gli incontri Rimini è una città che offre molte possibilità. Speriamo bene!

             

 

3 commenti su “Ecco il mio culo: grosso, sodo e vergine”

Lascia un commento